Cannigione

Cannigione è un posto davvero delizioso, situato nella parte nord orientale della Sardegna, in Gallura, a metà strada tra Porto Cervo (centro della Costa Smeralda e rinomato per la presenza di vari locali notturni famosi e per la vita mondana) ed il Parco Marino dell'Arcipelago di La Maddalena (oasi naturalistica protetta e immersa nella natura incontaminata e circondata da luoghi d'incantevole bellezza) ). A Caprera la baia di Coticcio è soprannominata Tahiti, per la bellezza ed il caratteristico colore del mare; all’isola di Budelli si ricorda la bellissima spiaggia rosa.
Fa parte del Comune di Arzachena così come Porto Cervo e Baia Sardinia.
Dista circa 25 km dai porti di Olbia e di Golfo Aranci, ove arrivano i traghetti da Civitavecchia, Livorno, Genova e dall’aeroporto internazionale “Costa Smeralda” di Olbia con arrivi e partenze per tutte le principali città europee; 10 minuti d’auto da Baia Sardinia, 15 minuti da Porto Cervo (gotha del turismo internazionale), in 15 minuti si raggiunge Palau - attraverso la spettacolare strada panoramica di Capo d’Orso - da dove partono i traghetti per La Maddalena ed in 45 minuti si arriva a Santa Teresa di Gallura da dove si può prendere il traghetto per Bonifacio in Corsica.

Anticamente era un borgo di pescatori, ma con lo sviluppo della "Costa Smeralda" si è trasformato in meta turistica privilegiata da molti.
Il nome lo dice, è il luogo dei canneti, tanti e folti, fruscianti sotto la carezza talvolta ruvida del vento.

Leggi tutto...

Palau

A 12 chilometri da Arzachena, sull'estrema costa settentrionale della Sardegna, si trova Palau, importante centro turistico e porto di imbarco per i traghetti che conducono all'isola di La Maddalena. Questo paesino, nato negli ultimi decenni dell'ottocento, si è sviluppato in seguito alla realizzazione della ferrovia a scartamento ridotto Tempio-Palau, ed ha acquisito sempre maggiore importanza con la crescita del centro di La Maddalena. La prima casa di Palau fu costruita da Gian Domenico Fresi (Zecchino) nel 1875, quando la zona era praticamente ancora deserta, e le uniche costruzioni erano i resti megalitici dell'età prenuragica e nuragica e testimonianze del periodo romano-bizantino. Il vero e proprio Boom turistico arriva in seguito alla costruzione di Porto Rafael, che da inizio a quella che oggi è una delle più prestigiose località turistiche della Sardegna e del Mediterraneo.


ITINERARI CULTURALI ED ESCURSIONI

Inizialmente raccolto intorno alla via principale, l'abitato si è ora esteso verso Sud con nuovi quartieri residenziali turistici. In fondo a via Nazionale troviamo il porto, punto di imbarco per i traghetti diretti a La Maddalena, sulla destra, invece, c'e l'attrezzato porto turistico, di recente costruzione.
A 5 chilometri dal paese, lungo la costa orientale, si trova il promontorio di Capo d'Orso, il cui nome deriva da una famosa roccia granitica che il vento ha scolpito dandole le sembianze di un orso, citata già dall'antico geografo Tolomeo nella sua Geografia. Lungo il fiume Liscia, a 6 chilometri da Palau c'è la chiesetta di San Giorgio, che sorge dove si suppone esistesse la città di Elephantaria, antico centro commerciale romano.  
SPIAGGE
Provenendo da Olbia, all'ingresso del paese, si trovano le spiagge di Porto Faro e La Sciumara. Andando verso Santa Teresa, presso la foce del fiume Liscia, incontriamo la spiaggia di Porto Puddu o Pollo, aperta al Maestrale e paradiso per gli amanti del windsurf.
La spiaggia delle Saline è invece lungo la SS125, in direzione Cannigione. Infine, non lontano dal promontorio di Capo d'Orso è la Cala di Capra, circondata dalla mitiche e fantastiche formazioni rocciose.

Leggi tutto...